Jump to content
You are a guest user Click to join the site
Sign in to follow this  
netgear

Triple Boot UEFI tematiche di Avvio

Recommended Posts

Premetto che questa è una esperienza UEFI fatta su due schede madri, che hanno un comportamento diverso nell’uso in multiboot su singolo disco, quindi più che una guida si tratta di un approfondimento di alcune tematiche.

Parleremo solo del multiboot su singolo disco, visto che il multiboot su più dischi non presenta nessuna problematica.

 

GA-Z97-D3H e GA-Z170X-UD5.

 

Saltando la procedura di installazione dei tre sistemi, che se eseguita correttamente produrrà una EFI così strutturata, dopo l’installazione di Clover UEFI:

 

Installazione UEFI:

 

001.thumb.png.ca0cc23b68eea3b26822010e5a208d9f.png

Cartella EFI:

002.thumb.png.daedf93f2d2aec8df3af6566f576fee8.png

Nel caso della GA-Z97-D3H, non c’è stato bisogno di fare nulla, nelle voci del BIOS troveremo tre Entries: l’avvio diretto per Ubuntu, quello di Windows e una “UEFI con il nome del disco” che permetterà l’avvio di Clover e la conseguente visualizzazione degli altri sistemi perfettamente bootabili.

Io credo che questa Entries per il boot di Clover sia “anomala” anche perché nelle normali dinamiche non ci dovrebbe essere, ma in questo caso è presente e funziona.

C’è un BUG che ho riscontrato: se metto nel BIOS l’avvio di “UEFI con il nome del disco”, ovviamente per primo, non ci sarà nessun problema a bootare Clover, invece se lancio la stessa Entries dal bootmanager della scheda F12 il boot non andrà a buon fine, questa situazione è stata molto fuorviante e dimostra la lacunosità di questi BIOS, nonché l’anomalia della Entries.

Questo sistema lascerà tutti i file nella sua struttura originale e non ci saranno mai problemi di aggiornamenti che riportino ordine di default nei file di boot.

Inoltre le Entries verranno create al momento dell’avvio del disco, quindi saranno stabilmente presenti.

Se non si verifica la situazione precedente c’è anche un'altra modalità per creare una voce bootable per Clover, quella di creare un Entries con efibootmgr di Linux:

 

Con permessi di root:

 

sudo efibootmgr -c -L "CLOVER" -l "\EFI\CLOVER\CLOVERX64.EFI"

 

Ci ritroveremo nel BIOS la entries "CLOVER" che permetterà il boot.

-

003.thumb.png.e9491d7fcbef01f0004661d72958c877.png

-

Verifichiamo con:

sudo efibootmgr -v

-

004.thumb.png.ecc346c3c6a7e02e688d288e19b452bb.png

 

Anche qui con Gigabyte c’è un “problema”: se il disco viene scollegato o disabilitato da BIOS, la scheda cancellerà automaticamente la Entries che alla riconnessione sarà sparita costringendoci a ricrearla.

Questo è un vantaggio per non ritrovarsi Entries morte, ma un grosso limite per una situazione di multiboot che esige Entries permanenti.

Anche questa soluzione lascerà tutti i file nella struttura originale, quindi stabile dopo qualsiasi aggiornamento.

Il comando "efibootmgr" può essere usato anche per cancellare una Entries nel BIOS non più utilizzata, ad esempio se vogliamo cancellare "Boot0001* CLOVER":

 

Con permessi di root:

sudo efibootmgr -b 1 -B

La entries sarà eliminata:

-

005.thumb.png.62c49e06299916383b83a28049b77c5e.png

-

Da Windows invece possiamo creare una Entries con il programma EasyUefi, una volta installato "Create a new entry"

-

1617716277_Ni3oBYX-Imgur.thumb.jpg.35b450e104de262a63e786322422296f.jpg

-

Definiamo nome e percorso di quello che vogliamo avviare:

-

1989058407_9Om7Xl4-Imgur.thumb.jpg.fab492f103ba08134f2d08bbbdd559c7.jpg

-

Nel BIOS troveremo la Entries "Clover" appena creata:

-

009.thumb.jpg.1180feab26d7f93da5fefefa338ba142.jpg

-

Possiamo creare la "Entries" anche dalla Shell di Clover, facciamo il Boot dalla USB ed entriamo nella Shell:

-

008.thumb.png.4daa55827c3fa642770e0f336cc427f5.png

-

bcfg boot dump (se vogliamo vedere tutte le Entries).

 

Consiglio di eliminare tutte le Entries:

bcfg boot rm 00 (ripetiamo più volte il comando fino a cancellare tutte le voci).

Troviamo la nostra partizione EFI (FS0, FS1, FS2, FS3) dell'HD (in genere HD1).

Con il comando:

map (possiamo scrollare la pagina con Pagina UP / DOWN).

Questa prenderà il posto della FS0 nel comando sottostante se diversa.

Creiamo la nostra Entries con il nome "CLOVER UEFI":

bcfg boot add 00 FS0😕EFI\CLOVER\CLOVERX64.EFI "CLOVER UEFI"

 

Usciamo dalla Shell con exit e riavviamo, facciamo il boot da HD, la Entries 00 CLOVER UEFI sarà la prima voce nel boot di avvio:

-

009.thumb.jpg.1180feab26d7f93da5fefefa338ba142.jpg

-

GA-Z170X-UD5

 

Comportamento molto diverso:

 

Dopo l’installazione dei sistemi e di Clover, Windows e Linux saranno presenti come Entries ma la voce “UEFI con il nome del disco” non ci sarà e Clover non potrà bootare.

La scheda taglia fuori (situazione normale) la Entries per Clover, questa situazione è permanente fino a quando il BIOS vede Windows bootabile come bootmgrfw.efi.

Quello che in genere viene fatto è eliminare dal boot l’avvio di Windows (bootmgrfw.efi), affinché il BIOS crei la Entries per Clover e così in genere avviene.

Da \EFI\Microsoft\Boot eliminiamo (salvandolo sul desktop) bootmgrfw.efi, al riavvio troveremo nel BIOS una nuova voce "UEFI OS" per l’avvio di Clover, ovviamente Windows non sarà presente per il boot nella GUI.

Qui ci viene incontro una features di Clover che per ovviare al problema (avere la Entries di Clover + Windows) sarà in grado di riconoscere l’avvio di Windows bootmgrfw.efi sotto il nome di bootmgrfw-orig.efi

Quindi rinominiamo bootmgrfw.efi in bootmgrfw-orig.efi e mettiamolo dentro la cartella \EFI\Microsoft\Boot, al riavvio avremo Clover avviabile e Windows presente nella GUI perfettamente bootable.

In realtà rimettendo bootmgrfw.efi al suo posto senza rinominarlo tutto funzionerà lo stesso dopo che la Entries per Clover è stata creata, ma come nel caso precedente almeno con Gigabyte alla prima esclusione del disco la Entries verrà eliminata.

Ma su questa scheda non è bastato, dopo l’eliminazione di bootmgrfw.efi nessuna entries per Clover è stata creata, il BIOS ha ritenuto che fino a quando risultava bootable grubx64.efi per Linux nessuna voce per l'avvio di Clover sarebbe stata aggiunta.

Eliminando grubx64.efi finalmente la Entries viene creata, ma Clover almeno per ora non prevede la possibilità di lanciare come per Windows l’avvio di Linux con grubx64-orig.efi.

Dopo la creazione della Entries di Clover, rimettendo grubx64.efi al suo posto, tutto funzionerà nuovamente ma sempre con la voce nel BIOS non permanente, ovviamente solo se il disco viene escluso o scollegato.

Un'altra possibilità è quella di “ingannare” il sistema: usare bootmgfw-orig.efi per l’avvio di Windows e copiare CLOVERX64.efi nella \EFI\Microsoft\Boot rinominandolo in bootmgfw.efi, per avere Clover bootable. Non avendo necessità questa ultima pratica non l’ho ancora provata, ma in linea teorica non vedo perché non dovrebbe funzionare, da amante dell’ordine trovo queste manovre poco consone. In sostanza Clover si avvia sotto mentite spoglie...

C’è invece un’altra pratica da preferire quando il BIOS non crea la Entries vedendo grubx64.efi, in genere non viene in mente e ci si avventura in una disordinata rinomina di file che in futuro potrebbe creare non poca confusione: questo metodo e quello di usare le Custom Entries.

Se rinominiamo grubx64.efi in grubx64-orig.efi, la Entries per Clover verrà creata ma nella GUI non ci sarà Linux, poiché Clover non riconoscerà il file -orig, allora creiamo una Custom che ci darà la possibilità di puntare a quel file:

-

010.thumb.png.4e7e9f69f98d5398f0b06f2bfb2c463f.png

-

Le Custom Entries inoltre permettono di mettere ordine sia come nome che come posizione nella GUI.

Linux si troverà nella nostra GUI è sarà perfettamente bootable.

-

011.thumb.png.b74b6a66f4e8062c9b250e26e0a722c2.png

-

Schema di Partizionamento con preparazione del disco dall'installer di OS X... è l'approccio più semplice e naturale per la gestione di OS X e della EFI.

-

012.png.2e3ff9d519daf4f4adb28e03542e6ce4.png

-

Schema di partizionamento con preparazione del disco dall'installer di Windows... è l'approccio più complicato, la gestione della EFI da parte di Clover ha le stesse metodiche ma lo schema ci pone davanti qualche complicazione in più, per OS X è uno schema meno naturale.

Ma è anche il più completo, i sistemi godono di tutti i privilegi dell'installazione su singolo disco, anche Windows ha la sua partizione di Ripristino.

-

013.thumb.png.c064c47a1d9c63ab88d2735ab72d815c.png

-

ASRock:

 

Questo BIOS ha un comportamento diverso da quello Gigabyte, una volta installo Clover nel BOOT di avvio ci mancherà una Entries valida, questo è quello che vedremo:

-

014.jpg

 

Se proviamo a lanciare “Mac OS X” non avremo nessun risultato, quindi ci mancherà la Entries “naturale” che dovrebbe essere “UEFI OS”.

In genere si ricorre ad uno dei tanti metodi per aggiungere una Entries per l’avvio…

Ma invece che creare la Entries basterà cancellarle tutte, dalla GUI di Clover, apriamo la SHELL e digitiamo:

 

bcfg boot rm 00

 

Ripetiamo il comando fino a quando ci dice che non ci sono più Entries.

Riavviamo e la Entries “naturale” è pronta per l’avvio:

-

015.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qui ci viene incontro una features di Clover che per ovviare al problema (avere la Entries di Clover + Windows) sarà in grado di riconoscere l’avvio di Windows bootmgrfw.efi sotto il nome di bootmgrfw-orig.efi

 

 

 

Quindi rinominiamo bootmgrfw.efi in bootmgrfw-orig.efi e mettiamolo dentro la cartella \EFI\Microsoft\Boot, al riavvio avremo Clover avviabile e Windows presente nella GUI perfettamente bootable.

 

 

 

Ti volevo ringraziare, tempo fa questo tricks mi ha salvato da una situazione inattesa emoticon_41

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei un pozzo di informazioni .... complimenti ....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che ci ho passato la serata a smanettare, volevo informarvi che la Asus dell'hack 2 in firma si comporta esattamente uguale all gigabyte, quindi se scollegate il disco, reset strani o per qualsiasi motivo vi scompare clover al boot e il bios non lo vede le soluzioni sono 2 come da guida:

 

 

 

bcfg boot dump (se vogliamo vedere tutte le Entries).

 

Consiglio di eliminare tutte le Entries:

 

bcfg boot rm 00 (ripetiamo più volte il comando fino a cancellare tutte le voci).

 

Troviamo la nostra partizione EFI (FS0, FS1, FS2, FS3) dell'HD (in genere HD1).

 

Con il comando:

 

map (possiamo scrollare la pagina con Pagina UP / DOWN).

 

Questa prenderà il posto della FS0 nel comando sottostante se diversa.

 

Creiamo la nostra Entries con il nome "CLOVER UEFI":

 

bcfg boot add 00 FS0:\EFI\CLOVER\CLOVERX64.EFI "CLOVER UEFI"

 

Usciamo dalla Shell con exit e riavviamo, facciamo il boot da HD, la Entries 00 CLOVER UEFI sarà la prima voce nel boot di avvio

 

 

 

 

 

 

 

Qui ci viene incontro una features di Clover che per ovviare al problema (avere la Entries di Clover + Windows) sarà in grado di riconoscere l’avvio di Windows bootmgrfw.efi sotto il nome di bootmgrfw-orig.efi

 

Quindi rinominiamo bootmgrfw.efi in bootmgrfw-orig.efi e mettiamolo dentro la cartella \EFI\Microsoft\Boot, al riavvio avremo Clover avviabile e Windows presente nella GUI perfettamente bootable.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma fammi capire prima avevi il BOOT che funzionava regolare e poi sei dovuto ricorrere all'inserimento manuale della Entries.

 

 

 

Cioè quando hai costituito il Multiboot la prima volta tutto funzionava "naturalmente"...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stavo facendo delle prove su high sierra e mi si è freezato, ho resettato e mi è scomparso clover dal boot, il BIOS non lo vedeva più, allora con pendrive di emergenza ho fatto pulizia delle entries e l'ho reinserito manualmente dandogli un nome (tutto come da tua guida) poi ho anche rinominato con -orig il boot manager di windows et voilà ricomparso il clover di default che era presente prima. Ho sintetizzato al massimo ma ci ho perso un paio di orette :) comunque ha fatto esattamente come mi capitò con la gigabyte quanto aggiornai il BIOS, cosa che non è successa con l'aggiornamento bios all' ASUS.

 

A parer mio la più semplice da gestire è la ASROCK, gli rimuovi tutte le entries e al riavvio si ricarica autonomamente quelle reali presenti :)

 

 

 

PS: si tutti i multiboot che ho sono stati sempre visti naturalmente da clover, mi limito a mettere in hide i dischi che non mi interessano che siano visti al boot

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordiamoci che spesso quando Windows 10 aggiorna, non vedendolo (poiché modificato nel nome) rimette nella EFI bootmgfw.efi, che se c'è un reset delle Entries inibisce Clover, pensavo a quello.

 

 

 

In sostanza se non c'è una Entries "naturale" Windows o Linux, il Boot di Clover nella quasi totalità dei casi deve venire fuori.

 

 

 

A proposito di Asus, ma sulle schede odierne c'è la possibilità di escludere un SATA, quindi un disco singolarmente dal BIOS, perché vedendo la mia ASRock sono rimasto sconcertato dal fatto che non ci sia...

 

 

 

Millemila opzioni e questa che reputo basilare, nel mio caso OBBLIGATORIA, non c'è...

Share this post


Link to post
Share on other sites
"netgear" post_id="3376" time="1522665654" user_id="61">

Ricordiamoci che spesso quando Windows 10 aggiorna, non vedendolo (poiché modificato nel nome) rimette nella EFI bootmgfw.efi, che se c'è un reset delle Entries inibisce Clover, pensavo a quello.

 

Di quello me ne ero accorto da un po' :D ad ogni aggiornamento mensile di win10 mi raddoppiava l'icona in clover emoticon-occhi_61

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esatto, ma come hai visto non ti inibisce la Entries di Clover, a patto di non avere un Reset, dopo scollegamento e ricollegamento del Disco ad esempio o cancellazione diversa della nvram.

 

 

 

Se uno non fa esperimenti, a bocce ferme, può creare la Entries e non rinominare il file di Windows, così da non dover mai rimetterci le mani...

 

 

 

Ma Asus ha i Dischi esauribili da BIOS...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella EFI del primo pc in firma manca la cartella per l'avvio di windows.

 

In precedenza avevo i due OS nello stesso ssd partizionato.

 

Ho comprato un ssd nvme per installarci windows, successivamente ho formattato il vecchio ssd e ho installato high sierra da zero ma nella GUI di Clover posso avviare solo H.Sierra.

 

Son presenti anche gli altri HDD meccanici che utilizzo per il salvataggio dati, sia quello formattato in NTFS che HFS+

 

Allego la cartella EFI per farvi capire meglio la situazione

EFI.zip

Share this post


Link to post
Share on other sites

Esiste un metodo per aggiungere l avvio di Windows da clover? Mancano proprio i files di Windows nella cartella, l unico metodo che posso utilizzare ora è entrare nel bios per scegliere di avviare direttamente Windows

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'avvio di Windows da Clover, presumo si parli di un Disco separato con Windows…

 

 

 

Clover deve vederlo, lui controlla la EFI del Disco secondario e lo mette nella GUI, parliamo di installazione UEFI, cmq lo vede anche MBR, a meno di non avere Windows su un controller dove Clover non ha accesso :-)...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Windows si trova su un disco ssd nvme da 256GB mentre MacOS su un ssd da 512.

 

Cercando qua e la sul web son riuscito ad aggiungere l'avvio di Win10 a Clover e a nascondere le partizioni dei dischi "DATI" attraverso le custom entries però...c'è un però _whaa

 

Non è possibile modificare il nome dell'avvio di Win10 e non è presente l'UUID disk

 

Questa è la situazione attuale all'avvio di Clover, notare il nome

https://postimg.cc/image/qdspgyx6f/">screenshot0.png

 

 

 

Info

 

https://postimg.cc/image/ck4crxzg7/">screenshot1.png

 

Qua si può notare che anche su Clover config, dove c'è installato windows non è presente nessun Disk UUID

 

https://postimg.cc/image/55f0zdy3b/">LINK_TEXT>

 

 

 

Poi non so se sia normale ma a volte Windows è montato su disk0, altre su disk 1 emoticon-occhi_61

 

https://postimg.cc/image/obs82hek7/">LINK_TEXT>

 

 

 

Da qualche parte devo aver fatto un casino emoticon_diavolo arrabbiati7 arrabbiati7 arrabbiati7

 

Allego anche la EFI, sicuramente capite qualcosa in più di me emoticon_sorriso2

EFI 2.zip

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'UUID è quello della EFI, del Disco che ospita il Sistema...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma disk uuid e volume uuid sono diversi, su clover quando seleziono i dischi di Windows non succede niente, al posto Dell uuid mette un - e anche rinominandolo, il nome resta quello che vedi nello screen.

 

Ho provato a lasciare visibile solo l avvio di Mac OS sulle custom entries e nonostante ciò l avvio di Windows compare lo stesso.

 

Non so se son riuscito a farmi capire

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo sempre, per rispondere ai quesiti sul Multiboot che ricevo in PM, che dopo un aggiornamento di Build (es. 1709-1803), ma anche minori: semplici avanzamenti della 18.03, di ricontrollare SEMPRE i File di BOOT di Windows.

 

In caso di mancato BOOT di Clover troveremo sempre un riaggiustamento del BOOT di Windows e dovremo cancellare il File di avvio aggiunto: bootmgfw.efi

 

 

 

Ovviamente dipende dal metodo seguito, visto che ce ne possono essere diversi, ma con i continui update di Windows 10 (che ripristina bootmgfw.efi) è sempre bene ricordarlo…

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

bcfg boot dump (se vogliamo vedere tutte le Entries).

 

 

 

Consiglio di eliminare tutte le Entries:

 

 

 

bcfg boot rm 00 (ripetiamo più volte il comando fino a cancellare tutte le voci).

 

 

 

Troviamo la nostra partizione EFI (FS0, FS1, FS2, FS3) dell'HD (in genere HD1).

 

 

 

Con il comando:

 

 

 

map (possiamo scrollare la pagina con Pagina UP / DOWN).

 

 

 

Questa prenderà il posto della FS0 nel comando sottostante se diversa.

 

 

 

Creiamo la nostra Entries con il nome "CLOVER UEFI":

 

 

 

bcfg boot add 00 FS0:\EFI\CLOVER\CLOVERX64.EFI "CLOVER UEFI"

 

cerco di tenerla breve, ma la cosa oggi mi ha tenuto impegnato più mezza giornata:

 

hack 2 collego 2°monitor in HDMi sulla iGPU UHD630 per tentare di renderla operativa nella visualizzazione desktop e non solo nella codifica hardware... ma clover si blocca nella prima fase di caricamento memoria... resetto, riprovo ma non cambia niente, scollego il monitor riavvio ma è sparita la entries del boot principale, resetto il BIOS e niente, smonto il case e inverto il collegamento dei dischi e niente, rimuovo tutte le entries perché il BIOS ricarichi le naturali e sparisce tutto, rimangono quelle dei 2 win10, ripristino il BIOS a una versione precedente e niente, lo riaggiorno all'ultima disponibile e niente... avvio con partedmagic controllo i flag delle EFI le elimino le ricreo le ripristino ma il BIOS continua a non vedere clover e affini... anche con add entries da GUI di clover niente... insomma se ho voluto avere pace ho dovuto ripristinare a manina con i comandi della guida immessi nello spoiler su e ho ripristinato le entries precedenti, anzi ne ho aggiunte 2, una per ogni EFI, ubuntu e mageia con dentro cloverx64.efi rinominato in grubx64.efi che userò per testare in anteprima le nuove versioni di clover senza installarlo come già faccio negli hack 3 e 5... e ridendo, poco e smadonnando parecchio è arrivata sera... e la saga continua emoticon_festa emoticon-personaggi_89 è stato un po' come in una gara di F1 pronti via e la macchina si spegne LOL emoticon_blabla

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti conoscere tutti i metodi e farli propri significa avere più o tutte le soluzioni a portata di mano emoticon_sorriso

Share this post


Link to post
Share on other sites

@netgear[/mention] visto che la prossima settimana ho in arrivo 1 disco NVMe transcend da 1Tb, volevo partizionarlo preventivamente, in modo di avere windows e macOS con tutti i crismi... vedendo anche che dice microsoft qui

 

https://msdn.microsoft.com/it-it/library/windows/hardware/dn898510%28v=vs.85%29.aspx">https://msdn.microsoft.com/it-it/librar ... s.85).aspx">https://msdn.microsoft.com/it-it/library/windows/hardware/dn898510(v=vs.85).aspx

 

avevo pensato di fare così:

 

Hack 3 Z97 o Hack 2 Z370 (da decidere)

 

 

 

1--> EFI da 300Mb FAT32 ESP

 

2--> MSR 16MB

 

3--> windows 250Gb NTFS

 

4--> recovery windows 450Mb o superiore (da decidere, deve avere una grandezza fissa imposta o si può fare più capiente???)

 

5---> recovery macOS 620MB

 

6---> macOS 250GB high sierra in HFS+ se Z97 o mojave in APFS se Z370

 

 

 

che ne dici??? qualsiasi consiglio o critica è sempre bene accetta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora Windows se non usi Bitlocker e non hai bisogno di un avvio SOS, MSR e Ripristino puoi farne meno.

 

 

 

Ma non fai Multi EFI, se sì io mettere OS X per primo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

diciamo che bitlocker mai usato, e la partizione di ripristino non è che mi sia indispensabile... la cosa nuova sarebbe appunto che lo faccio con tutti i crismi della microsoft.

 

Avevo pensato de mettere prima windows in quanto se poi gli modifichi qualche partizione va in palla, mentre macOS se lo metti dopo e gli modifichi delle partizioni prima aggiungendone o togliendole, mi risulta che se ne impippa... nom fa una piega e avvia regolare

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho capito, ma ti spiego i Crismi della Microsoft.

 

 

 

L'ultimo installer fa di Default una Recovery che poi risulta troppo piccola per metterci gli strumenti di Ripristino, questo avviene dalle Ultime, ma anche meno Versioni di W10.

 

 

 

Risulatato una Recovery Morta, non sto scherzando, c'è da dire che per passare da una Build all'altra, se uno usa questa pratica, la Recovery se non c'è viene creata in coda.

 

 

 

Ma se uno non usa Bitlocker e non ha bisogno degli strumenti di Ripristino nella partizione specifica, fai attenzione perchè gli Strumenti vengono messi cmq ma dentro il Sistema, può semplificare lo schema:

 

-

 

Ma se vuoi la Recovery funzionante devi farla almeno di 900Mb

Cattura.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

si infatti ho visto... poco tempo fa ho installato exnovo 1809 LTSC e mi ha creato la recovery da solo in automatico in una partizione a parte però prima della partizione windows...

 

a questo punto mi fai venire dei dubbi su come fare... cioè avendo già una multiEFI con 4 EFI quasi quasi continuo con questo approcio.. unico dubbio, visto che la precedente realizzazione è avvenuta tramite clonazioni... se dovessi installare, windows meglio prima quando tutto vuoto o alla fine quando vi è già macOS? e se ho inteso bene, meglio che windows lo metta dopo i macOS

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.