Jump to content

Ramirez71

Members
  • Content Count

    146
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

32 Excellent

About Ramirez71

  • Rank
    Senior Member

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Per forza, sempre stato cosi: non mi stupirei che il team Acidanthera fossero dev di apple o collaudatori in fase alfa. Quello che mi fa incaxxxxe è che se 10 anni fa prendevi Capitain Acrobat e lo draggavi nel cestino era disistallato, oggi se lo disinstalli con programmi adeguati e poi chiami un plotone di Navy Seal a nuclearizzare il volume di sistema Acrobat è sempre li, ti apre i PDF e non puoi fare il dowgrade perchè DA QUALCHE PARTE è ANCORA ISTALLATO: queste cose succedevano con Winzoz o ricordo male? Attenta a dire certe cose, anche a me non piaceva, ma la demosaicizzazione de
  2. Giusto per dire: è una settimana che sono in guerra con Acrobat pro DC (quello della Marvel...) e sta vincendo lui!!!! Mi sono detto che 10 anni fa coi vecchi OSX non sarebbe successo quindi due dubbi mi sono venuti anche a me. Prima mac era indispensabile per alcune app proprietarie molto valide piuttosto che per altre che su mac erano ottimamente configurate (tipo Adobe PS) ma oggi il panorama è cambiato parecchio, Adobe perde più tempo ha trovare sistemi anti crack che non a ottimizzare le app, finalcut ha ottimi concorrenti multipiattaforma, Aperture (a chi piaceva, non a me) è defunt
  3. come hai interpretato il secondo passaggio della procedura, quello in cui chiede il tipo di gestione (Imac, macbookpro, macbookair)? Io ho messo iMac ma credo che così spinga sulle massime prestazioni. Ovviamente si sta a cercare il pelo nell'uovo: si può lavorare bene anche senza tutte ste robe... però da ora in poi saranno unsupported anche le nuove intel quindi perchè non adotttare un Ryzen? @fabiosunprima ho poi compro un ryzen solo peril puro gusto di imparare l'arte della patch 😄
  4. Ho usato cpufriendfriend per realizzare il dataproviderkext. Il metodo è parecchio più semplice e produce un plist identico. Cambia però il contenuto della stringa che ti ho sottolineato alcuni passaggi sopra. C’è anche qualche discrepanza tra quanto illustrato in dortania e quello che ti appare con l’ultima versione. Domani pomeriggio tempo permettendo posto i due kext e i risultati: occorrerebbe un metodo di analisi della frequenza un po’ meno empirico del grafico di power gadget. Confermo quanto sopra circa la struttura del plist, cambia il contenuto della stringa cf-fre
  5. Ok allora avevo inteso abbastanza bene Temo che nei prox anni sarà abbastanza frequente con cpu non supportate. Domani proverò anche a produrre il dataprovider con il metodo CpuFriendFriend che a occhio mi pare molto più semplice in termini operativi ma potrebbe funzionare diversamente. Tu però pensaci con prudenza: passare dal non essere amica della cpu a esserlo due volte potrebbe essere uno stress
  6. Questo ok mi torna Questo invece non mi torna: se sono in idle andrò al minimo, 4.3Gz sarà il valore massimo RAGGIUNGIBILE ma non in uso in quel momento??? forse diciamo la stessa cosa: MAX e MIN sono dei Targhet stimati come POSSIBILI. Mi pare che con i kext questi due valori vadano a avvicinarsi?????? Pragmatismo statunitense
  7. @SemanticA grazie davvero parecchio per l'aiuto nello sviluppo del dataprovider, digiuno come sono nello skilling per me è una faticaccia boia operare si Teminal quindi senza il tuo aiuto non ce l'avrei fatta; senza parlare poi delle cosine imparate! Nel eseguirei comandi non è stato creato ssdt.aml ma solo il .dsl quindi l'ho compilato io con MACIals. Ho avuto anche difficoltà a autorizzare il processo probabilmente per la posizione in Desktop di CPUFriend: spostato in user/utente e entrato passo passo nelle directory ho risolto (qui mi sono servite le lezioncine sui comandi).
  8. Anche se non faccio parte del club Z390 AurosPro riporto qui i risultati con Comet Lake i5 10600KF che sembrano analoghi, a occhio mio, con quelli di @rainbowflare almeno per quanto riguarda la dinamica delle frequenze. In idle la frequenza riportata da iStat passa approx da 2.6 a 1.6 Tuttavia ne approfitto per chiedere un ragguaglio circa la sezione Frequency di IntelPowerGadget: nel grafico mostra i valori MAX, AVG MIN, REQ: presumo che AVG e REQ siano i valori corrispondenti alle frequenze usate per i processi in corso (infatti cambia molto usando i ke
  9. Perdonami ma non ci studiare: sintassi sbagliata: correggendo il nome della cpu quando inserisco la F ne tuo script mi cambia il trattino con un apostrofo. Non ho una tastiera da Dev e faccio fatica a trovare i vari simboli. Corretto il comando sembra funzionare Adesso devo staccare ma domani pom riparto da qua.
  10. Ok ok non ho pensato a una cartella nascosta quindi l'ho visualizzata l'ho messo al posto giusto e llo ha trovato come scritto da te prima COOOOOOOmunque temo che senza un "Comet Lake.cfg" la cosa non finzioni Siamo fermi qui.
  11. Non ci sono: sono diverse le mie directory. in BigSur/user/nome/ non esiste la directory Libreria o Library che dir si voglia. c'è in BigSur/Library oppure in BigSur/Sisatem/Library Se scrivo cd ~/Library/ e poi ls mi mostra BigSur/Library salvo il fatto che non vede ssdtPRGen anche se c'è. Ho provato a mettere ssdtPRGen in volume/user/nome, lo trova ma evidentemete messo li il processo non parte??????? Possibile che le mie impostazioni sdi sistema vadano riviste??????
  12. No non mi torna: scaricato cartella ssdtPRGen.sh-beta (ho trovato quella) messa in user/nome/Library (io uso l'italiano ma presumo che nel terminale non conta) rinominata cartella in ssdtPRGen per uniformarlo al tuo comando inserita cartella Data e sostituita all'originale inserito in Coffelake.cfg una stinga cosi: (ma il fatto che non sia coffeelake ce ne frega qualcosa oppure creo un CometLake.cfg con dentro la descrizione della mia cpu???? modificando il comand successivo ovviamente) quindi digito il primo comando e....non such la cartella nella direct
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.